Studenti in sciopero #Fridaysforfuture per clima e ambiente della Terra

#Fridaysforfuture-sciopero-thunberg

Lo sciopero #Fridaysforfuture noi adulti abbiamo deciso di lasciarlo organizzare a una ragazzina decisa e determinata come pochi al mondo, appassionata alla causa della salvaguardia di clima e ambiente, sulla Terra. La ragazza, ormai nota in tutto il mondo, è Greta Thunberg. Ha 16 anni, è svedese, è stato fatto il suo nome – rendendola a suo dire orgogliosa – per il prestigioso Nobel per la Pace. Fa impallidire ognuno di noi, ognuno di quanti non ha tempo, voglia, interesse per la Terra in cui viviamo. Fa pensare a quando avevamo noi 16 anni, e pensavamo a ben altri divertimenti e passatempi, e in pochi ci sognavamo di metterci una mantella sotto la pioggia e al freddo, per affermare i nostri pensieri davanti al Parlamento del nostro paese.

Nessuno ascolta l’allarme ONU sull’ambiente

Pochi giorni fa l’ONU ha ribadito, appoggiato da una recentissima ricerca, quanto l’economia globale dipenda anche dalla situazione ambientale della Terra.Come poveri stupidi non riusciamo a staccarci dalla nostra auto vecchia di 20 anni, evitiamo la revisione o la facciamo andar bene con un meccanico amico, mettiamo il termostato della caldaia al massimo, anche se la tacca “MAX” rappresentasse la temperatura dell’acqua in ebollizione, sprecando dunque una quantità enorme di energia.

Nessuno ascolta l’ONU, ma nemmeno le mille altre organizzazioni più o meno importanti per l’ambiente, nate da poco o da sempre. Quante volte cambiamo canale pur di ascoltare – al telegiornale – le ultime dichiarazioni di Legambiente, ad esempio? Riusciamo addirittura a prenotare le vacanze per un bel mese di mare in compagnia dei coliformi fecali, in qualche bella spiaggia a fianco della foce di un fiume sporco e pieno di schiuma e bollicine che non tranquillizzerebbero nessuno.

Avete mai provato a guardare dall’aereo in decollo a Fiumicino in basso, verso la foce del Tevere? Siete riusciti a vedere la macchia di un bel marrone intenso che si tuffa nel Mar Tirreno, e si allarga fino a mischiarsi con un azzurro che – si puà immaginare – in qualche anno cambierà colore?

Anidride Carbonica CO2 alle stelle

Global FutureNon possono sfuggirci gli effetti del riscaldamento globale e delle emissioni enormi di anidride carbonica – CO2. La prossima primavere si annuncia già come una stagione secca e senza piogge, o, al contrario, con zone dove saranno comuni i dissesti idrogeologici e le alluvioni. Immaginiamo già che i raccolti saranno ridotti, e stiamo già prendendo con una scrollata di spalle gli annunci dei leader delle associazioni di agricoltori. Il problema, ovviamente, non è solo italiano.

Nelle città non ci interessa minimamente la fase di produzione agricola, perchè vediamo i supermercati con merce abbondante, a prezzi ridicoli e proveniente da tutte le zone del pianeta. Arance e mandarini che viaggiano 10.000 km, con tutto il consumo energetico che questo comporta, per poter scontare qualche decimo di euro al kg, nel supermercato sotto casa. Non ci interessa di un agricoltore in Africa che combatte contro la sabbia, per riuscire a bagnare il terriccio intorno alle sue poche produzioni, o al contrario quello che in Indonesia combatte contro continue alluvioni, che portano via terra, piante, frutti, e il sudore della sua generazione e di quella del padre e del nonno.

Lolli Group con #Fridaysforfuture

Lolli Group è strettamente legata a #Fridaysforfuture. Nel nostro piccolo spingiamo verso l’utilizzo di sistemi hardware che possano economizzare energia elettrica, magari in cloud e che possano essere condivisi. Quanti Server esistevano, fino a pochi anni fa, in aziende di piccole e medie dimensioni, accesi giorno e notte e in funzione solo per pochi minuti al giorno?. Quante attrezzature vendute a migliaia di euro per arricchire lo stomaco di commercianti senza scrupoli, appoggiati in un angolo e del tutto inutili, sovradimensionati per le esigenze di ogni impresa, con sistemi operativi da migliaia di euro e ultimissima generazione, solo perchè un commerciale con pelo sullo stomaco era riuscito nel proprio intento?

Vicini a chi si impegna per l’ambiente

Questa mattina, davanti a una scuola elementare e media, in una pausa per capire se le porte si sarebbero o meno aperte, si è visto in un secondo quanto realmente teniamo all’ambiente. Il #Fridaysforfuture non c’entra niente, la scuola non apriva per uno sciopero del personale ausiliario, in pratica quelli che una volta chiamavano i bidelli. Non solo nessuno sapeva assolutamente nulla dello sforzo mondiale di Greta Thunberg, ma una bambina, sotto gli occhi del padre, si è messa a buttare in terra tre o quattro carte di caramelle. Da lontano la scena era quasi surreale. La bambina guardava le pallottoline di carta nella parabola di caduta, il padre – “papone all’italiana” – guardava con occhi ammirati la sua bambina, e i suoi movimenti. Nemmeno una parola, però, sullo sporcare per terra, sul buttare in mezzo a un marciapiede dei rifiuti che facilmente avrebbero potuto essere messi in tasca, per poi buttarli al primo cestino.

Questo è l’emblema del #Fridaysforfuture italiano? Speriamo davvero, con tutto il cuore, che si tratti di piccoli esempi di ignoranza e cafonaggine, limitati e delimitati, perchè sarebbe davvero avvilente se ci comportassimo tutti così.

Lolli Group è da sempre vicino all’ambiente, anche attraverso l’associazione animalista – ambientalista che fa parte del gruppo, fin dal 1992, e che porta avanti nel suo piccolo ogni causa ambientale possibile.

Un abbraccio non solo a Greta, ma anche a tutti coloro che hanno deciso di seguirla, a qualsiasi età, e con qualsiasi – anche minima – dimostrazione di amore per l’ambiente e per la nostra Terra, così malata e in pericolo.


Per il vostro sito web SEO, per SEO Content, comunicazione online, gestionali aziendali, programma per fatture, gestionale personalizzato o se desiderate un posizionamento nella prima pagina di Google, come per verificare il vostro ecommerce, contattateci: